In Questo Articolo:

La legge di Allur del 2014 ha sconvolto alcune regole immobiliari, in particolare per quanto riguarda il lavoro condominiale. L'articolo 14-2 della legge 65-557 del 10/07/1965 è stato modificato dalla legge Alur 2014-366 del 24/03/2014. Chiaramente, dal 1° gennaio 2017, per alcuni condomini sarà obbligatorio costruire un fondo di lavoro. Sei preoccupato per questa legge? Rispondi qui sotto...

Quali condomini sono coinvolti?

Il pagamento di un fondo immobiliare in un condominio è un obbligo che si applica a tutti i condomini, ad eccezione di tre casi che non rientrano in questa regola:

1- Condomini con meno di dieci lotti può rifiutare di costituire un fondo di lavoro con un voto unanime all'assemblea generale

2- Nuovi edifici sotto i 5 anni

3- Se la diagnosi tecnica della comproprietà è buona e se l'edificio non richiede lavoro nei prossimi 10 anni

Se il condominio non soddisfa questi tre criteri di eccezione, i fondi di lavoro sono quindi obbligatori per i condomini nel 2017. Questo contributo è annuale, sarà chiamato ogni anno.

Il fiduciario di comproprietà deve includere questo obbligo nell'ordine del giorno dell'assemblea generale. I fondi di lavoro dovranno essere convocati contemporaneamente alle richieste di fondi per le spese correnti a partire dal 1° gennaio 2017.

Fondo di lavoro 2017: i termini e le condizioni

Lo scopo di questo fondo di risparmio è Anticipare i finanziamenti per il futuro lavoro urgente da fare rapidamente come parte della salvaguardia dell'edificio. Questo fondo sarà finanziato da una quota annuale obbligatoria per tutti i comproprietari. L'importo chiamato ogni anno non può essere inferiore al 5% del budget stimato del condominio. L'importo sarà distribuito secondo i direttori di ciascun comproprietario.

Ad esempio, se tutte le spese annuali sono di 60.000 euro, l'ammontare dei fondi di lavoro sarà di almeno 3.000 euro da dividere tra ciascun comproprietario in base alla loro quota.

I fondi sono collocati in un conto separato e stabiliti in nome del sindacato dei comproprietari. Il denaro verrà utilizzato per pagare il lavoro, esclusi i costi di manutenzione correnti.

Sapere
Quando la proprietà viene venduta, il proprietario non sarà in grado di recuperare la sua quota. In effetti, questo fondo di lavori è assegnato al lotto e non al co-proprietario. Non è così non è possibile recuperare l'importo pagato alla partenza del comproprietario.


Istruzioni Video: Nino Galloni: la scarsità di denaro? Così ci rendono servi.